Soluzioni per le relazioni di coppia

  Versione 1.1    ?

La maggior parte delle gente ritiene che amore significhi "essere amati", anziché amare; di conseguenza, per loro il problema è come farsi amare, come rendersi amabili...[...] 
La gente ritiene che amare sia semplice, ma che trovare il vero soggetto da amare, o dal quale essere amati, sia difficile. 
Erich Fromm, dal libro "L'arte di amare"
Questo post ha l'obiettivo di aumentare la fruibilità del Manuale di Coppia, ossia il progetto che ho messo in piedi più di un anno fa, grazie all'aiuto di alcuni buoni amici, per dare una mano a tutte le coppie che cerchino consigli utili in rete.

Le conclusioni prese in prestito da Erich Fromm, che condivido pienamente, non ve le ho messe a caso: la soluzione a tutti i problemi della coppia è l'amore, più precisamente l'amare, cosa che tanti ci scordiamo di fare.

Tutti però sono bravi a predicare amore, ma quando si tratta di andare nello specifico, quando si deve spiegare come risolvere un problema, le cose si complicano di molto. 

Dato che conosco bene questa difficoltà, dato che sono il primo che ha la presunzione di consigliare COSA FARE senza proporre il COME, cercherò di rimediare scrivendo qualcosa che vi aiuti a velocizzare la ricerca delle soluzioni che vi servono. Ovviamente, con tutta l'umiltà che riuscirò ad avere, sono pronto ad accogliere qualsiasi consiglio o critica costruttiva.

I problemi fondamentali di una coppia, secondo il mio parere ovviamente, sono questi:
  • la mancanza di fiducia, in se stessi e nel partner;
  • il pessimismo, la negatività nell'affrontare la vita insieme;
  • l'egoismo, quando uno dei partner mette se stesso al centro della relazione;
  • l'ignoranza su ciò che desidera il proprio partner e su ciò che serve alla coppia per stare bene;
  • l'estremismo, gli eccessi, il troppo e il troppo poco;
  • la disuguaglianza dei ruoli, l'ingiustizia nelle regole della coppia.
Tutti questi problemi sono tutti figli della stessa madre: la paura. Paura di soffrire, di non essere felici, di essere traditi ecc...

Da tutti questi problemi fondamentali invece, derivano gli altri... Proverò a strutturare l'intervento in una forma di FAQ, con le problematiche che i ritengo più comuni. Ovviamente con il tempo aggiungerò nuovi problemi, sperando nell'aiuto dei vostri commenti.
______________________________________

Il mio partner è troppo geloso.
Questo è uno dei problemi più comuni delle coppie, soprattutto per chi ha un'idea un po' troppo rigida di cosa voglia dire "avere una relazione". Il motivo per cui si è gelosi è la nostra incapacità di amare in modo perfetto: poiché, giustamente, nessuno è perfetto, essere gelosi è la normalità.
Purtroppo la paura di perdere ciò che ci fa stare bene ci fa sottomettere al desiderio del controllo del nostro partner, quasi come se fosse un prolungamento del nostro essere.
Quando la gelosia raggiunge certi limiti, una relazione di coppia diventa una prigione da cui è davvero difficile scappare: si entra in conflitto tra la paura di rimanere imprigionati e la paura di perdere qualcuno che vogliamo bene. Se volete risolvere il vostro problema di gelosia, dovete prima di tutto:
Bisogna capire che il nostro partner deve essere libero di sceglierci ogni giorno, solo così potremo avere al nostro fianco una persona che desidera davvero stare con noi. 
Meglio un canarino chiuso in gabbia o uno che vive libero e torna spontaneamente alla nostra finestra senza nessuna costrizione?

I miei/suoi/nostri genitori si intromettono nella nostra vita di coppia.
Fermo restando che i genitori possono avere un ruolo importante nella relazione dei figli, è assolutamente sacrosanto che capiscano che il loro intervento è permesso solo quando viene richiesto:
  • è necessario capire come gestire meglio le interferenze familiari;
  • bisogna avere il coraggio di affrontare i propri genitori, con serenità e senza tagliare i rapporti con loro. Ricordate che siete pur sempre le creature che amano di più.

Quando ci siamo fidanzati il mio partner era diverso. Oggi vedo un peggioramento e non mi sento più una sua priorità.
La spiegazione a questo fenomeno deriva dagli obiettivi che si hanno. All'inizio il partner è più in assetto da "conquista", cerca di meritare l'amore, la fiducia, ecc... Quando la conquista è terminata, l'obiettivo dovrebbe cambiare nel "coltivare" quello che si è conquistato, migliorandolo, accrescendolo.
Purtroppo molti credono che una volta conquistata qualcosa nessuno possa portarcela via, così si dedicano ad altri obiettivi. Solo con il tempo ho capito che una relazione è come una pianta: se non ce ne prendiamo cura finisce per morire. Le medicine in questo caso sono:

Io è il mio partner litighiamo troppo.
I litigi nella coppia sono fondamentali per la crescita della relazione, ma solo se si superano positivamente.
La tendenza elevata ai litigi dannosi si risolve:
Riconoscendo il problema si è consapevoli che bisogna cambiare qualcosa e migliorando il dialogo si hanno i mezzi per cambiare.

Non riesco a vivere una relazione, ci sono troppi problemi, preferisco restare single.
Premettendo che ognuno è libero di scegliere quello che desidera, per una scelta consapevole, è necessario capire bene cosa comporta una vita di coppia.
Purtroppo avere una relazione può causare tantissimi problemi in più rispetto ad una vita da single, ma è anche vero che si possono conquistare gioie che da soli non si raggiungeranno mai. Analogamente, così come le debolezze si amplificano, anche la forza di una coppia aumenta a dismisura. 
Legarsi profondamente a qualcuno è forse l'esperienza più bella della vita. Chi vorrebbe avere un'esperienza del genere, ma gli riesce troppo difficile, ha bisogno soprattutto di una cosa:
Questo implica anche imparare a soffrire e a reagire in modo positivo, sviluppando un atteggiamento incline a trovare soluzioni, anziché a fuggire da ogni potenziale problema.

Non sopporto la distanza, il mio partner mi manca troppo.
Le relazioni a distanza sono ormai diventate normali ai tempi di oggi. Le difficoltà invece, non solo sono le stesse delle normali coppie, ma sono addirittura amplificate. Con la distanza i mostri della sfiducia, pessimismo, egoismo, ignoranza, ecc. Diventano difficili da sconfiggere. Per questo è necessario tirar fuori il meglio di noi in ogni aspetto che possiamo migliorare.
Se volete, potete cominciare a guardare l'indice del manuale, magari trovate qualche spunto positivo.
______________________________________

Questi sono solo i primi che mi sono venuti in mente. Con il tempo aggiungerò altri argomenti, sperando nell'aiuto dei vostri commenti.

Per chiunque voglia approfondire, consultate pure le fonti da cui mi sono ispirato.

Buona giornata.



Commenti