Politica vuol dire realizzare

  Versione 1.1   ?

"Un politico guarda alle prossime elezioni. Uno statista guarda alla prossima generazione."
Alcide De Gasperi

In questi giorni si parla molto dei costi della politica, soprattutto perché la "Casta" si è ben guardata dall'addossarsi le spese della seconda finanziaria più costosa della storia italiana.

Il mal contento popolare sta crescendo, oggi più che mai dopo che migliaia di precari, licenziati dopo anni di contratti a tempo determinato, stanno scendendo in piazza a protestare.

Al contrario di quello che credono in tanti, io ritengo che i politici debbano essere tutelati in un paese dove la mafia è estremamente potente. 

Il problema non sono tanto i costi della politica, quanto il fatto che non sono proporzionati a quello che vale.

Se ci fosse una classe politica che riuscisse a risolvere il problema della disoccupazione, ad annientare la mafia, a far risollevare l'industria, a ridare vigore all'istruzione ed alla sanità, quale italiano negherebbe i privilegi politici in un Italia che funziona?

Se esistesse una classe politica in grado di far rinascere l'Italia, meriterebbe certamente i privilegi attuali. 
In una nazione dove regna il benessere, dove chi governa si sente responsabile delle sorti del popolo, la politica merita di vivere nel benessere.
La classe politica attuale invece assomiglia sempre più a quella nobiltà di un tempo, caratterizzata da quell'egoismo tipico di chi è abituato a stare al potere e non vuole per nessun motivo rinunciare ai propri privilegi. 

Vogliamo dei politici che fanno sacrifici insieme ai cittadini, per i cittadini, responsabili del potere che gli è stato concesso.

Un politico che combatte la mafia merita una super scorta.
Un politico che crea milioni di posti di lavoro merita di mangiare gratis ovunque.
Un politico capace di creare le migliori condizioni per attrarre investimenti dall'estero merita migliaia di euro di stipendio.

Ma i politici di oggi cosa meritano?

Non mi stancherò mai di ripeterlo: alle prossime elezioni votate le persone giuste.


Commenti

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Posta un commento

Condividi con me le tue impressioni e aiutami a rendere i miei post più semplici da capire.

Per non generare liti con gli altri utenti, cerca di essere gentile ed educato: l'aggressività porta altra aggressività.

Sii corretto: rispetta le opinioni degli altri, cerca di comprendere prima di giudicare.

Sii chiaro: se non ti esprimi bene si possono generare incomprensioni e finiresti per creare un confronto diverso da quello che tu vorresti. Cerca di attenerti all'argomento del post.

Non attaccare, ne difendere, nessuno. Cerca di limitarti solo a dire quello che pensi in modo oggettivo, senza provocazioni, sarcasmo o altri fattori che generino un comportamento aggressivo.

COMPRENSIONE NON È APPROVAZIONE.

Qualunque cosa io o gli altri possano scrivere, anche la cosa più orribile, il cercare di comprenderla non vuol dire affatto che la approvi.
Ricordalo, è un ottimo esercizio anche per la vita di tutti i giorni.