Aiutando chi amiamo, aiutiamo noi stessi

  Versione 2.0   ?

Certe volte, tra le nostre conoscenze o anche in TV, possiamo ammirare alcuni esempi di coppie che si lasciano guidare dal proprio ego: ognuno, con le proprie priorità e aspettative, va per la sua strada, senza tener conto della persona che sostengono di amare.

L'egoismo è un aspetto che accomuna tutti: tutti abbiamo un ego che vorremmo soddisfare e, se non ci riusciamo, cominciamo ad aver paura di soffrire troppo e ad aver l'esigenza di tutelarci, originando così litigi, tradimenti ed altri problemi.

Quando in una coppia regna l'egoismo, la relazione è di scarsa qualità e l'unico modo per risollevarla è cambiare il nostro atteggiamento in uno che porti dei vantaggi ad entrambi i partner, più precisamente in un atteggiamento altruista.


L'altruismo è l'atto pratico dell'amore, è una di quelle poche manifestazioni che si possono vedere ad occhio nudo. È una prova di fiducia verso il legame d'amore della coppia, ciò che dimostra che noi ci fidiamo dell'altro.

Chi non ha fiducia nell'amore, chi non pensa che nella coppia dare sia uguale a ricevere, non troverà mai le motivazioni per essere altruista.
Quando aiutiamo chi amiamo, indipendentemente da come lo facciamo, aiutiamo anche noi stessi
Per questo motivo, avendo come priorità la felicità del proprio partner, possiamo far felici anche noi stessi. Quando desideriamo aiutare qualcuno, indipendentemente dal fatto che si tratti o meno del nostro partner, il nostro cervello si sforza per comprendere pienamente le problematiche connesse, così da poter agire nel migliore dei modi.
L'altruismo ci porta naturalmente alla comprensione
Solo quando il nostro partner è davvero la nostra priorità noi abbiamo le motivazioni per comprenderlo, per capire le cause delle sue azioni. Con la comprensione possiamo raccogliere tutti gli elementi per agire nel migliore dei modi, in base alle esigenze di chi amiamo.

Per far entrare l'altruismo nella nostra vita bisogna vederlo come una disciplina, come un esercizio costante che ha origine da una grande fede nel potere dell'amore: l'abitudine ad essere generosi affina le nostre capacità, facendo diventare l'altruismo una cosa sempre più naturale nel nostro modo di essere.

Poi è necessario non crearsi alcun tipo di aspettative. Un amore privo di aspettative personali ci aiuta a liberarci delle nostre paure, permettendoci di vivere più serenamente la nostra relazione.

Sapete meglio di me che esistono partner che, trattati malissimo dai loro compagni, sono sempre presenti quasi come se il male che gli venisse fatto da chi amano non riuscisse a scalfirli. In realtà vengono scalfiti, ma nella loro capacità di trasformare i colpi subiti in qualcosa di positivo possiamo ammirare la loro fiducia nel potere dell'amore.

Badate bene, non voglio incitare i partner a subire passivamente senza pensare ad una soluzione, vorrei solo evidenziare che, per essere davvero altruisti, è necessario un certo spirito di sacrificio.

Banalmente, per fare qualsiasi atto altruistico è necessario amare. Dato che un atto di amore è un qualcosa che si dona, un altruista senza amore non avrebbe ragione di esistere.

Quando amiamo pienamente, anche se veniamo feriti in qualche modo, il desiderio di far star bene il nostro compagno rimane. Persino in un tradimento, anche se si è distrutti dentro dal dolore, possiamo riuscire comunque a non comportarci male, lasciando che il partner sia felice con la nuova persona che ha scelto. Ovviamente in questo caso rimangono ferite importanti dentro di noi, ma questo non c'entra con l'altruismo. In questo caso bisogna avere il coraggio di perdonare e andare avanti.

I vantaggi dell'essere altruisti sono molteplici, alcuni li ho già menzionati, e sono:
  1. imparando a risolvere i problemi di chi amiamo, automaticamente impariamo a risolvere anche i nostri;
  2. indebolendo il nostro ego le nostre paure perdono potere, riuscendo ad essere più liberi;
  3. aumentiamo la nostra autostima, perché sappiamo di essere utili per la felicità degli altri;
  4. ci sentiamo più forti, perché vediamo che possiamo riuscire ad influenzare positivamente l'ambiente in cui viviamo;
  5. diventando un buon esempio incentiviamo l'altruismo, contribuendo a migliorare il nostro ambiente;
  6. migliorando l'ambiente in cui viviamo, abbiamo sicuramente più probabilità di essere felici;
Con l'altruismo riusciamo a dare atto a tutte le forme dell'amore, a passare dalle parole d'amore ai fatti. Senza questo pilastro l'amore stesso non esisterebbe: quando vediamo una persona che rinuncia consapevolmente a qualsiasi cosa per il bene del partner non possiamo non dire che prova un affetto sincero.

Quando i due partner si occupano l'uno del benessere dell'altro, i due “Io” diventano un “Noi” e la coppia vive come se fosse un' unica struttura, unita, affiatata, funzionante.

È con l'altruismo che si vede l'Amore, è il pilastro più visibile della coppia, l'aspetto in cui è più facile verificare se nel rapporto c'è qualcosa che non va. Quindi, se osservate che nel vostro rapporto si esagera con l'essere egoisti, cercate di fare un po' di chiarezza dentro di voi.

Un po' di sana autocritica non guasta mai.

Commenti

  1. Che senso ha frequentare un individuo senza aver alcun tipo di legame con questi? Nessuno dovrebbe sentirsi spinto ad intraprendere un rapporto tale perché vuoto. Molte persone però lo fanno. Ma perché? Credo che un rapporto con alla base altruismo e fiducia reciproca sia di gran lunga superiore ad uno freddo, paragonabile a quello che c'è tra gli ingranaggi di un orologio. Sì, perché laloro armonia non è altro che un processo logico e meccanico, e non dipende affatto da loro. Allo stesso modo, frenquentare una persona senza provar verso lei né odio (perché anche questo è sentimento, eh) né amore né altro, non ha senso. Eppure sembra sia nata la moda di essere materialisti o di andare in giro con qualcuno per personale piacere di dire "Io esco con quello/a" e di sentirsi rispondere "Wow, complimenti!" Sarò stupida io, ma una tale cosa non la riesco a capire.

    RispondiElimina
  2. Non sei stupida, è solo che alla tua età i ragazzi insicuri cercano dei partner che non dia a loro dei "problemi di immagine". Questo però non è amore, se si sta con una persona per questi motivi è soprattutto per far contenti se stessi.

    Tu sei come Franco, sei coraggiosa, per questo motivo non ti basi su questa cosa per stare con un ragazzo.

    Essere materialisti non ti permette di essere davvero felici però ti fa anche soffrire di meno. Ci sta gente a cui sta bene questi ed altri che invece non si accontentano e preferiscono rischiare di soffrire tanto puntando a qualcosa di più.

    Comunque già te lo dissi, stai tranquilla. Dopo i 21-22 anni conoscerai persone di sicuro più profonde e mature.
    Grazie del commento

    RispondiElimina

Posta un commento

Condividi con me le tue impressioni e aiutami a rendere i miei post più semplici da capire.

Per non generare liti con gli altri utenti, cerca di essere gentile ed educato: l'aggressività porta altra aggressività.

Sii corretto: rispetta le opinioni degli altri, cerca di comprendere prima di giudicare.

Sii chiaro: se non ti esprimi bene si possono generare incomprensioni e finiresti per creare un confronto diverso da quello che tu vorresti. Cerca di attenerti all'argomento del post.

Non attaccare, ne difendere, nessuno. Cerca di limitarti solo a dire quello che pensi in modo oggettivo, senza provocazioni, sarcasmo o altri fattori che generino un comportamento aggressivo.

COMPRENSIONE NON È APPROVAZIONE.

Qualunque cosa io o gli altri possano scrivere, anche la cosa più orribile, il cercare di comprenderla non vuol dire affatto che la approvi.
Ricordalo, è un ottimo esercizio anche per la vita di tutti i giorni.