La fortezza: la forza spirituale degli uomini

  Versione 2.0   ?


Oggi la forza spirituale di una persona è un concetto assai trascurato, soprattutto in una società come quella attuale in cui la forza materiale è diventata la priorità.

Lo spirito dell'uomo si potrebbe definire come l'origine della nostra volontà, ciò da cui l'uomo può trarre la capacità di andare anche contro l'istinto di sopravvivenza; non a caso, siamo l'unica specie animale capace di suicidarsi con consapevolezza.

I nostri desideri possono divenire realtà proprio grazie a quanto è forte il nostro spirito, a quanto è capace di resistere a tutti gli imprevisti o influenze negative della vita.

Chi è forte di spirito raggiunge i suoi obbiettivi senza lasciarsi sopraffare dalle delusioni, i timori e quant'altro.

Nella religione cristiana questa caratteristica è comunemente chiamata fortezza ed è una delle quattro virtù cardinali.
" La fortezza è la virtù morale che, nelle difficoltà, assicura la fermezza e la costanza nella ricerca del bene. Essa rafforza la decisione di resistere alle tentazioni e di superare gli ostacoli nella vita morale. La virtù della fortezza rende capaci di vincere la paura, perfino della morte, e di affrontare la prova e le persecuzioni. Dà il coraggio di giungere fino alla rinuncia e al sacrificio della propria vita per difendere una giusta causa. "
Per capire meglio questo concetto possiamo usare una metafora: non esiste nessun uragano che possa distruggere uno scoglio, invece le piccole ma costanti onde del mare riescono a modellarlo nelle forme più improbabili. Questa è la forza.

Anche nella fisica/matematica possiamo trovare delle definizioni utili:
  • la forza applicata per spostare qualcosa è definita energia. L'energia spirituale potrebbe essere l'insieme di tutte le azioni che siamo in grado di compiere mediante la nostra volontà. Giusto per capirci, chi sposta un tavolo ha usato più energia di chi ha spostato una sedia.
  • L'energia usata in un determinato tempo è chiamata potenza. La potenza spirituale quindi sarebbe quello che la nostra volontà può compiere in un determinato tempo: un individuo che sposta una montagna in un ora è più potente di chi sposta una sedia in un ora o di chi sposta una montagna in 100 anni.
Nella filosofia orientale troviamo ancora altre informazioni: l'energia spirituale prende il nome di Ki 氣 che tutt'oggi è ancora difficile da definire con precisione.

Nell'Aikido, una delle arti marziali che più fa uso del Ki, un uomo che riesce a veicolare nel giusto modo la sua energia spirituale si dice che è pieno di energie fisiche e psichiche, è coraggioso. Al contrario, quando il Ki è incanalato erroneamente, l'essere umano è debole, con poca fiducia in se stesso, pessimista.

Quindi, essere forti di spirito significa soprattutto essere costanti nonostante gli imprevisti, alzarsi sempre ogni volta che si cade, non indietreggiare quando si ha paura. Significa avere le capacità di prendersi le responsabilità di una scelta, essere persone risolute che non si perdono nel dubbio.

Ma da dove si origina questo tipo di forza? Prima di tutto, questa forza dipende strettamente da ciò che vogliamo proteggere, da ciò che amiamo: più cose o persone amiamo, più siamo in armonia con loro, più diventiamo forti.

Man mano che proseguiamo per questa via acquisiamo sempre più forza, sempre più fiducia in noi, acquisendo quella consapevolezza di potercela fare anche quando si è in svantaggio, anche quando le cose sembrano andare male.

Chi ha qualcosa o qualcuno da proteggere, riesce a trovare in se stesso delle risorse in più, tra cui quel coraggio necessario ad affrontare le prove di tutti i giorni.

Quando si è costanti nel essere coraggiosi, quando questo atteggiamento diventa una disciplina, la fiducia in noi stessi aumenta e cominciamo a credere nelle nostre capacità. L'esempio lampante sono quelle persone che si trovano in situazioni di famiglia disastrate, che hanno tutto sulle loro spalle e che straordinariamente vanno avanti riuscendo a prendersi cura di tutti. 

Mi rendo conto che dirvi soltanto di credere in voi stessi non ha molto senso: senza le giuste motivazioni perché dovreste acquisire forza? Potrei dirvi tutte le parole più belle del mondo, ma non ha senso diventare più forti se non se non si hanno motivazioni valide.

Per questo motivo vi chiedo di amare più che potete, di trovare delle cose da proteggere, di cui prendersi cura, da tutelare, ma attenzione: non dovete sforzarvi di amare per diventare più forti, dovete solo provare ad amare di più le cose e le persone a cui tenete già, senza secondi fini.

Se supererete gli ostacoli della vostra vita, se riuscirete a rendere felici le persone che amate, acquisirete più forza e avrete la possibilità di amare ancora di più, quindi avrete l'opportunità di diventare ancora più forti riuscendo a prendervi cura di ancora più cose.

La debolezza dell'uomo è la sua più grande prigione. E' un diritto di ogni essere umano avere la forza per proteggere le cose che ama e questa forza va cercata dentro di noi.
Più cose amate e più sarete forti, più sarete spiritualmente forti e più sarete liberi.
Se avete qualcosa da dire, mi farebbe molto piacere sapere cosa ne pensate. Quindi se vi va lasciatemi pure qualche commento.

Buona giornata.

Commenti

  1. Io sto attraversando un momento di grande difficolta', riguarda la mia salute,una malattia resistente alle cure farmacologiche che non so come debellare.Mi chiedo in questi casi, quando non dipende da te e dalle tue capacita' dove puoi trovare questa "forza" per sopravvivere al malessere e andare avanti nonostante le difficolta' provenienti anche da chi dovrebbe starti piu' vicino come i tuoi familiari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nelle tue parole puoi trovare la risposta, togli tutti "NO" e sostituisci con "si" è questo per cominciare, e dopo ascoltati, senti quello che ha da dirti la tua malatia che è una BENEDIZIONE, tu non ti rendi conto quanto sei fortunato tramite la malatia ti è stato dato la possibilità di GUARIRTI e scoprire che alla fine tutto che hai bisogno già possiedi, provare e credere findi conto cosa altro ti resta

      Elimina
  2. Purtroppo anche chi è forte spiritualmente non è immune dalle malattie, ma in ogni caso non credo che tutto sia indipendente dalle tue capacità.

    Io non so che malattia hai ma sarò sincero, indipendentemente dal tuo futuro puoi scegliere TU ora, ADESSO, come vivere la vita che ti rimane.

    Forse non potrai guarire, ma a livello umano puoi fare tanto per i tuoi familiari in questo periodo, soprattutto nella condizione di sofferenza in cui ti trovi che ti permette di vedere la vita sotto un aspetto sicuramente diverso da prima.

    Inoltre, non sta scritto da nessuna parte che i tuoi familiari "dovrebbero starti più vicino". Di solito ce lo aspettiamo ma tante volte non accade, soprattutto a quei genitori che muoiono soli negli ospizi. Alcune volte, te lo dico perchè l'ho visto con i miei occhi, chi è malato da la forza a tutta la famiglia.

    Non è questione di capacità, fisica o mentale che sia, è questione di stati d'animo. So che è complicato e che sicuramente non posso capire lo stato in cui ti trovi, ma un tuo atteggiamento diverso dal solito può cambiare anche quello dei tuoi familiari.

    Infine, è dimostrato che una certa serenità e positività aiutano i processi di guarigione, anche se tu sai bene che da soli non bastano.
    Per questo motivo cerca di fare il meglio che puoi fare per tutti, fai tutto ciò che ti fa sentire in pace ed in serenità con te stesso.

    Non so cosa possa darti la pace e farti stare bene dentro e non so nemmeno se quando ci riuscirai sarai capace di riconoscere queste sensazioni. Io però, al posto tuo, correrei questo rischio.

    Quando spariamo da questo mondo lasciamo sempre qualcosa agli altri...Ebbene, mi piacerebbe alla mia morte lasciare il massimo di cose positive per tutti, in esempi, atti, parole e tutto quello che possa servire a far stare bene le persone che amo.

    Ti ringrazio per il commento, grazie a te ho riflettuto e modificato il mio intervento.
    Spero che ora che chi lo leggerà non rimanga con il tuo stesso interrogativo.

    Ti auguro di riuscire a superare questo grande periodo di difficoltà. Non mollare mai, qualsiasi cosa accada, fino alla fine.

    RispondiElimina
  3. "La forza spirituale di una persona è un concetto assai trascurato, soprattutto in una società come quella attuale in cui si esalta la forza materiale, ossia quella fisica, economica, sociale ecc..."
    Ma d'altra parte, di questi tempi, come potrebbe essere differente?

    RispondiElimina
  4. Molto bello il tuo post sulla "Forza Spirituale" e io lo condivido al 100%.Vorrei esporre il mio pensiero sulla forza spirituale o forza d'animo, questo tipo di forza si acquisisce solamente quando attraversiamo delle difficoltà nella propria vita possono essere ostacoli esterni del tipo: non ce la farai mai a diplomarti, a laurearti a trovare lavorio o a raggiungere un qualsiasi obbiettivo che ci siamo posto, in quanto gli altri ti vorrebbero "scoraggiare"(ostacolo esterno) oppure non abbiamo abbastanza fiducia in noi stessi( ostacolo interno) io penso che quando andiamo avanto nonostante le difficoltà magari cadendo e poi ci rialziamo per poter raggiungere quell'obbiettivo fissato nella nostra anima sta agendo in noi la nostra forza spirituale o d'animo, e questo è già un buon cammino perchè perseverando cresce la nostra fiducia interiore e di conseguenza la nostra forza d'animo.Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per aver aggiunto il tuo parere alla conversazione.

      Condivido anche io il tuo pensiero, al 100%.

      Elimina

Posta un commento

Condividi con me le tue impressioni e aiutami a rendere i miei post più semplici da capire.

Per non generare liti con gli altri utenti, cerca di essere gentile ed educato: l'aggressività porta altra aggressività.

Sii corretto: rispetta le opinioni degli altri, cerca di comprendere prima di giudicare.

Sii chiaro: se non ti esprimi bene si possono generare incomprensioni e finiresti per creare un confronto diverso da quello che tu vorresti. Cerca di attenerti all'argomento del post.

Non attaccare, ne difendere, nessuno. Cerca di limitarti solo a dire quello che pensi in modo oggettivo, senza provocazioni, sarcasmo o altri fattori che generino un comportamento aggressivo.

COMPRENSIONE NON È APPROVAZIONE.

Qualunque cosa io o gli altri possano scrivere, anche la cosa più orribile, il cercare di comprenderla non vuol dire affatto che la approvi.
Ricordalo, è un ottimo esercizio anche per la vita di tutti i giorni.