I 314 SI per il processo breve

ERRATA CORRIGE
Ieri, preso un po' dalla delusione dell'approvazione del processo breve alla camera, ho creduto di pubblicare i nomi dei votanti senza sapere che il voto era segreto. Per questo motivo il post che leggete adesso è la conseguente modifica al mio errore. Scusatemi, cercherò di non farlo più accadere.

Oggi vorrei pubblicare i 314 nomi che oggi hanno votato per il Processo breve. Sono certo che, se loro hanno votato SI, di sicuro non lo hanno fatto perché avevano in mente di fare del male all'Italia.

Probabilmente molte di loro sono persone che non si rendono conto della società che li circonda, forse vogliono solo salvarci dai comunisti, o forse vorrebbero davvero di lavorare per il bene dell'Italia. 

Oggi sento un po' un po' di malessere nell'anima, soprattutto a vedere gente completamente cieca che si fida completamente del Governo e che rimane indifferente a ciò che è successo oggi. Oggi per me è un giorno triste, ma io non sono nessuno per giudicare i fatti di oggi, solo il tempo saprà dirci il valore di ciò che è stato fatto.

In ogni caso, credo che nulla accada per caso. Tra 10 anni potrò fare un'analisi più obiettiva.

Purtroppo i voti erano segreti e non posso dirvi chi sono, posso però dirvi chi ha votato quando i voti non erano segreti in altri provvedimenti ed erano 314 favorevoli.

Dando per scontato che tutti i deputati PDL e Lega Nord abbiano votato a favore, vi chiedo di ricordarvi i nomi di chi regge questo governo dopo la rottura di Fini con Berlusconi:

Iniziativa Responsabile
Luciano Mario Sardelli, Giuseppe Ruvolo, Domenico Scilipoti, Maria Grazia Siliquini, Gerardo Soglia, Maria Elena Stasi, Vincenzo D’anna, Maurizio Grassano, Francesco Pionati, Elio Vittorio Belcastro, Massimo Calearo Ciman, Giampiero Catone, Bruno Cesario, Pippo Gianni, Paolo Guzzanti, Arturo Iannaccone, Giancarlo Lehner, Antonio Milo, Silvano Moffa, Giovanni Carlo Francesco Mottola, Carlo Nola, Andrea Orsini, Mario (Ir) Pepe, Michele Pisacane, Catia Polidori, Americo Porfidia, Antonio Razzi, Francesco Saverio Romano, Vincenzo Taddei

Liberal democratici 
(Gruppo Misto) Daniela Melchiorre, Italo Tanoni. (Gruppo Misto) Aurelio Salvatore Misiti.

Il commento anonimo che mi ha fatto notare il mio errore, mi ha anche ricordato che non siamo noi a scegliere i deputati e i senatori, ma nella pratica lo decide il Leader del partito.

Io credo comunque che sia necessario ricordarsi i nomi di queste persone, perché in questo periodo hanno una responsabilità enorme su cui grava il destino dell'Italia intera.

Come ho già premesso all'inizio, cercate di non arrabbiarvi, non odiateli. Teneteli solo bene a mente e trasmettete la vostra memoria a tutti quelli che potete. 

Alle prossime elezioni ricordatevi chi non dovete votare...


Commenti

  1. Scusa ma come fai a saperlo se il voto era segreto?
    Hai anche percaso i nomi dei parlamentari dell'opposizione che hanno vototato a favore?
    Anche se pubblichi i nomi non serve a nulla perchè i parlamentare sono scelti dai partiti non dagli elettori... c'è da cambiare un po di cose e chi vota per PD o IDV leggittima questo sistema, non facciamoci ancora prendere per il culo.

    RispondiElimina
  2. Anonimo hai ragione, ho preso questi nomi da un altro provvedimento che era stato approvato con 314.

    Pubblicare i nomi comunque serve e come, perché queste persone sono conosciute localmente, hanno degli agganci in provincia e in regione.

    Ricordarli non può che fare bene...

    RispondiElimina
  3. Cmq modifico appena posso il post...

    RispondiElimina
  4. Ti ringrazio, così adesso ho degli indirizzi più precisi per le mie mail di insulto.

    RispondiElimina

Posta un commento

Condividi con me le tue impressioni e aiutami a rendere i miei post più semplici da capire.

Per non generare liti con gli altri utenti, cerca di essere gentile ed educato: l'aggressività porta altra aggressività.

Sii corretto: rispetta le opinioni degli altri, cerca di comprendere prima di giudicare.

Sii chiaro: se non ti esprimi bene si possono generare incomprensioni e finiresti per creare un confronto diverso da quello che tu vorresti. Cerca di attenerti all'argomento del post.

Non attaccare, ne difendere, nessuno. Cerca di limitarti solo a dire quello che pensi in modo oggettivo, senza provocazioni, sarcasmo o altri fattori che generino un comportamento aggressivo.

COMPRENSIONE NON È APPROVAZIONE.

Qualunque cosa io o gli altri possano scrivere, anche la cosa più orribile, il cercare di comprenderla non vuol dire affatto che la approvi.
Ricordalo, è un ottimo esercizio anche per la vita di tutti i giorni.