Bullismo: cosa posso fare per avere il coraggio di ribellarmi?


Ecco una efficiente info-grafica del Telefono azzurro, che può aiutare quando a scuola si è vittima di episodi di bullismo.

Si può vedere meglio come è definito e riconoscere atteggiamenti che erroneamente possono essere considerati "normali".

Alla fine ci sono delle soluzioni che potranno essere applicate da chi avrà il coraggio di ribellarsi.




Commenti

  1. Questi sono i bulli... anni dopo, criminali, e chi li ha lasciati fare era tal quale... è difficile fermarli.

    In Busto Garolfo, Provincia di Milano, sulla direttrice (dalla variabile inclinazione) che passa mediamente dagli incroci tra le Vie XXIV Maggio - Alfredo di Dio e Vie Carlo Cattaneo - Ciro Menotti, vi sono individui che si appostano per emettere, lungo la stessa direttrice, radiazioni elettromagnetiche intense, ed in fasci, in grado di attraversare le pareti, oppure, meno probabilmente, onde di pressione tipo ultrasuoni od infrasuoni. Forse sperimentano nuove armi, nuovi metodi per arrecare danni. Forse sperimentano illegalmente "nuove" tecnologie, potenzialmente "armi", dall'uso ancora non dichiarato lecito oppure testano l'uso "diverso" di strumentazioni prodotte per altri scopi.

    Probabilmente vogliono colpire persone o residenti per farli allontanare o per scopi economici o vendette, nascondere malefatte.

    Usano apparecchi, forse laser, maser, o antenne tipo radar e parabole, collocati al chiuso oppure si spostano su furgoni. Usano emetterle per periodi di tempo di durata incostante, quasi impulsi di decine di secondi e poi ridurle. Vengono forse utilizzate interferenze di più emittenti. Alcuni che ne sono consapevoli forse omettono di segnalare, per complicità o per insensibilità agli effetti, oltre ovviamente coloro che sono i responsabili.

    Tali emissioni aumentano molto d'intensità verso sud ed in particolare approssimandosi all'incrocio tra Via Maroncelli - Via Baracca verso Via Sciesa (apparentemente passando per un condominio).

    Essendo variabile l'orientamento della provenienza e direzione, pare che l'area entro cui ricadono incluse altre possibili direttrici sia quella delimitata dalle seguenti rette: la retta passante dall'incrocio tra le Vie Ludovico Ariosto - IV Novembre e l'incrocio tra le Vie Ciro Menotti - Via del Roccolo e la retta passante dall'incrocio tra le Vie XXIV Maggio - Via San Francesco e l'incrocio tra le Vie P. Maroncelli - Fratelli Rosselli.

    I responsabili sono forse delinquenti abituali, forse pregiudicati; potrebbe però trattarsi di un gruppo temporaneo collegato alla criminalità organizzata. Sfortunatamente vista la "costanza" ed il senso di "impunità" di cui presumo questi siano pervasi, da tempo irradiano onde elettromagnetiche in modo percepibile e focalizzato, viene da pensare che si tratti di azioni commesse da un'organizzazione in espansione, forse una setta, forse con diversi interessi ed appoggiata da appartenenti a diversi ambienti dell'economia e società, professioni incluse, magari asservita a sperimentare al modo di "mercenari" strumenti che verrano usati su tutti, in cambio di un interesse immediato.

    Se adesso sono percepibili gli effetti potrebbe anche darsi che, qual'ora siano alcuni residenti della zona a detenere la gestione di strumenti utilizzati in modo criminale, abbiano in passato irragiato con intensità molto minore ma maggiore costanza e che adesso vogliano accelerare le cose in quanto indietro rispetto ad un loro programma.

    Non sono bravate: chi fa queste cose ha la volontà di ledere salute e dignità delle persone che colpisce, di rendere difficile la vita, di intimorire, di fare scappare, magari dopo aver preparato il terreno per rendere meno attendibili le vittime. E' gente che ha le competenze o la conoscenza di chi possiede queste competenze e fornisce di materiali ed attrezzature: non sono cose da poco, alla lunga possono causare fatica a memorizzare, malattie, anche tumori, o cose peggiori.

    RispondiElimina

Posta un commento

Condividi con me le tue impressioni e aiutami a rendere i miei post più semplici da capire.

Per non generare liti con gli altri utenti, cerca di essere gentile ed educato: l'aggressività porta altra aggressività.

Sii corretto: rispetta le opinioni degli altri, cerca di comprendere prima di giudicare.

Sii chiaro: se non ti esprimi bene si possono generare incomprensioni e finiresti per creare un confronto diverso da quello che tu vorresti. Cerca di attenerti all'argomento del post.

Non attaccare, ne difendere, nessuno. Cerca di limitarti solo a dire quello che pensi in modo oggettivo, senza provocazioni, sarcasmo o altri fattori che generino un comportamento aggressivo.

COMPRENSIONE NON È APPROVAZIONE.

Qualunque cosa io o gli altri possano scrivere, anche la cosa più orribile, il cercare di comprenderla non vuol dire affatto che la approvi.
Ricordalo, è un ottimo esercizio anche per la vita di tutti i giorni.